La Chirurgia estetica e la Stima di se stessi

Generalmente quando una persona è contenta della propria immagine allo stesso tempo è in grado di stimarsi e, perché no, avere maggiore fiducia quando si tratta di portare a termine un compito dove è indispensabile relazionarsi con altra gente. Nel caso opposto, invece, può accadere che l’individuo, a causa di qualche piccolo inestetismo, si dimostri incerto e così tenda a ridurre quasi a nulla il contatto con la società. Nel complesso, quindi, si può affermare che a volte il non piacersi può portare anche alla perdita di stima nei propri confronti.

A ogni modo, esiste un modo per ritornare di nuovo felici per la propria immagine: la chirurgia estetica, infatti, non è utilizzata solo per porre rimedio a problemi gravi del proprio corpo – vedi la disfunzione dei trigliceridi nelle persone in cui il valore dei grassi è troppo alto – bensì è perfetta anche per far ritornare il sorriso a quelle persone che non si vedono più belle come una volta.

Oggigiorno il numero di pazienti che fa sempre di più riferimento alla chirurgia estetica per questo problema è aumentato: donne e uomini hanno portato ad un incremento che tocca addirittura il 700%.

La chirurgia estetica potrà intervenire in diversi casi: ad esempio, quante volte capita di avere sul volto dei segni lasciati da vecchie cicatrici d’infanzia? Oppure, quante volte vi siete guardati allo specchio e avete disprezzato la forma del vostro naso o l’eccessiva abbondanza del vostro seno? La rinoplastica o la mastoplastica riduttiva, ma anche molti altri tipi di interventi chirurgici, potranno in un certo senso farvi ritornare a piacere, ma soprattutto stupire il vostro ego ed ottenere nuovamente l’autostima di se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *